Posizione attuale: Home -  Nike Air Max 1 -  Nike Air Max 1 -  Nike Air Max 1 Uomo -  Uomo Dozzinale Nike Air Max 1 Scarpe Caffè Crema

Nike Air Max 1 Uomo,65 EUR,NkMA0870,rigidità passiva e spasticità nella fase

Nike Air Max 1 Uomo,65 EUR,NkMA0870,rigidità passiva e spasticità nella fase

Questo studio ha esaminato il ruolo di paresi, eccessiva antagonista coattivazione, aumentato muscolo-tendineo rigidità passiva e spasticità nella fase di appoggio ridotta plantarflexor momento (Mmax) e fase dinamica flessione dorsale durante il cammino (DFmax) in soggetti con recente (u0026 lt; 6 mesi post -corsa) emiparesi (pazienti). Il ciclo del passo dei lati paretici e non paretici è stata valutata in 30 pazienti (di età compresa tra 57,8 ± 10,8 anni), mentre solo una parte è stata valutata in 15 controlli sani (di età compresa tra 59,1 ± 9,8 anni) mentre si cammina a velocità naturale e molto lento. Momento di picco plantarflexor (Mmax) e picco gastrocnemio mediale (MG) attivazione durante la fase di appoggio, così come l'angolo di picco dorsiflessione (Dfmax) e picco Nike Air Max 1 Uomo tibiale anteriore (TA) attivazione Nike Air Max 97 Cushion Scarpe durante la fase di oscillazione, sono stati mantenuti per l'analisi. Inoltre, un indice coattivazione e un indice plantarflexor spasticità sono stati calcolati sia per la posizione e la fase di oscillazione, e plantarflexor rigidità passiva è stata valutata su un dinamometro isocinetico. I risultati hanno mostrato che Mmax sui lati paretici e non paretici stati entrambi ridotti rispetto ai valori di controllo a velocità naturale. Tale riduzione è stato combinato ad un'attivazione MG bassa (paresi) sul lato paretico. Sul lato non paretico, il momento plantarflexor ridotta era legato a livelli coattivazione eccessivi. La fase dinamica Dfmax tendeva a ridurre (non significativamente) sul lato paretico dei pazienti rispetto ai valori di controllo. Tale riduzione non era né legati ad un eccesso antagonista coattivazione né plantarflexor riflessi di stiramento iperattivi, ma piuttosto ad un aumento della rigidità plantarflexor passiva. In alcuni pazienti, tuttavia, una maggiore attivazione TA che ha superato la rigidità passiva plantarflexor consentito per normali valori DFmax. Le conseguenze funzionali dei meccanismi disturbati di controllo motorio osservato in entrambi i lati paretici e non paretici sono discussi.
0 Commenti


Parlare la vostra mente
Commenti Recenti